ANICCA VATA SANKHARA
ANICCA VATA SANKHARA

Metta two

di John Coleman

 

Quattro aspetti riferiscono alla Metta: Amore Profondo, Compassione, Gioia Simpatetica, Equanimità. Spiegazione Non aspettare o domandare qualunque cosa di ritorno, nessuna fedeltà, etc. Dare, liberi da tutta l’ambizione, richieste, aspettative, speranze desideri, attaccamenti, avidità, invidia, gelosia, liberi dal desiderio e dall’ottenimento. Dare, dare, dare. Senza chiedere e aspettarsi niente in cambio. Senza attaccamento o interesse verso noi stessi, risultano in tremendi benefici personali che diventano abbastanza marginali. Loro semplicemente accadono. Ma non gli diamo importanza. (…)

 

Amore per tutti gli esseri, amici e allo stesso modo nemici. Tutti. Che possiamo essere tutti liberi da tutta l’ignoranza, tutti i desideri, tutta la sofferenza, tutto il dispiacere, tutti i conflitti. Che tutti possiamo essere liberi da tutta la rabbia, l’animosità, la gelosia, le contaminazioni, l’odio, l’ingordigia, tutta la malevolenza, tutte le negatività, tutte le impurità. Che noi tutti possiamo ottenere libertà e infinita saggezza, compassione, amore profondo, pazienza, tolleranza, visione profonda, vigore, energia, consapevolezza, attenzione, comprensione, equilibrio, libertà. Che noi tutti possiamo ottenere chiarezza, distacco, felicità, pace, armonia, remissione. Che noi tutti possiamo ottenere queste qualità per vivere con amore, in pace e felicità con noi stessi e tutti gli altri. Che noi tutti possiamo condividere meriti e sentimenti di comprensione che abbiamo acquisito dalla pratica con tutti i nostri amici e amati. Con ognuno, con tutti gli esseri. Amore puro per tutti gli esseri. Compassione per tutti gli esseri. Che le forze del Dhamma possano sorgere, le forze della verità. Condividiamo la nostra pace, armonia, purezza – Dhamma.

 

Per condividere questa pace e comprensione, dobbiamo sentirci pacificamente. Non possiamo condividerla se ci sentiamo miseramente e pieni di odio. Non vogliamo essere presuntuosi, ipocriti. Per prima cosa dobbiamo incominciare essendo gentili con noi stessi. Dobbiamo scendere a patti e accettare noi stessi così come siamo. Con tutte le nostre debolezze e difetti. Dobbiamo riconoscere le nostre buone qualità e dare credito dove credito è stato dato. Chiunque volesse fare lo sforzo di venire a uno di questi corsi deve avere un carattere buono e forte, un realistico senso di responsabilità per le circostanze create da noi stessi. Fare sacrifici per trovare il tempo e il denaro per arrivare qui. Per lasciare la comodità delle nostre case, la compagnia dei nostri amici e delle persone care. Entrare in uno strana dieta. Sottoporre noi stessi ai cambiamenti climatici. Alzarsi ogni mattiana alle 4:30 e sedere qui, ora dopo ora, qualche volta in estrema agonia. Tutto nel nome dell’amore e della comprensione. In verità noi siamo bella gente, buona gente.

 

Condivisione dei meriti

 

Abbiamo tutti dei meriti, anche coloro che non possono essere in pace e felici. Ringraziando il Buddha, il Sangha, gli Insegnanti. Goenka, Hover, Mrs.Denison. Pensieri Che possa essere libero da tutta l’ignoranza, pieno di saggezza, pacifico e felice, così che possa condividere questa pace e felicità e anche gli altri possano essere in pace e felici. Che possa essere libero dalla rabbia, avidità, impurità, etc. Che possa crescere nel Dhamma così che possa condividere questo Dhamma e anche gli altri possano crescere. Che possa essere in pace e felice, etc. Che possano (essere felici) l’Insegnante, il Sangha, i familiari, gli organizzatori, Goenka, Eve, Charlie, Mark, gli amici, i parenti, tutti gli esseri. Che tutti quelli che soffrono possano essere liberi. Gli ammalati nel corpo e nella mente. Gli ospedali, le galere, le guerre, le vittime, i politici, i generali. L’Irlanda, il Medio Oriente, l’Africa, il Vietnam.

 

Che tutta la gente (possa) vivere in pace ed in armonia. Qualche respiro profondo, etc. Gioia per tutti quelli che hanno buona fortuna, amici, nemici, etc. Cuore. Sensazioni. Sensazioni di energia fluiscono attraverso l’intero corpo, poi il cuore : verso quelli vicini nella stanza, gli amici, i parenti, gli altri. Verso l’esterno in tutte le direzioni, oltre i pensieri, i concetti, l’immaginazione. Oltre il tempo e lo spazio, fuori nell’infinito, nel nulla. Non c’è niente che può fermare o bloccare questo flusso verso l’esterno. Che possiamo condividere questa pace, verità, comprensione, saggezza, armonia, purezza, Dhamma. Che tutti gli esseri …

 

traduzione Mario Amati

© tutti i diritti riservati

PER ISCRIVERSI A UN RITIRO

Compilare e inviare il modulo

nella pagina: Registrazione ai Corsi

PER SCRIVERE UN MESSAGGIO

vipassana@momentum-vitae.it

PER TELEFONARE

+393294961705

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© www.momentum-vitae.it - Viale Carlo Zavagli 95 - 47921 Rimini