ANICCA VATA SANKHARA
ANICCA VATA SANKHARA

Il Karma Dominante

di John Coleman

 

La legge di causa ed effetto (karma) è dominante e inevitabile. Ogni azione ha una reazione uguale e contraria. Ogni azione compiuta in modo inesperto e maldestro ha come risultato un blocco energetico che si manifesta come intolleranza, sofferenza o malattia. Voi potete scegliere di soccombere al vostro karma come un destino ineluttabile e vivere una vita d'infelicità con il kamma accumulato. D'altro canto voi potete scegliere di praticare gli insegnamenti del Buddha, incominciare a meditare portando i vostri sankara (i risultati del karma) fuori allo scoperto e sviluppare l'esperienza di Annica.

 

Con queste esperienze di Annica voi sentirete la densità delle vostre accumulazioni karmiche che si sciolgono, si dissolvono per poi sparire. Il Buddha insegnò: "Ogni cosa che ha un'inizio ha una fine". All'inizio della vostra pratica di meditazione Vipassana la vostra accumulazione karmica potrà interferire con la percezione di Anicca. Questo problema finirà presto, al vostro applicare diligentemente la tolleranza e la consapevolezza mentale (insight) che incominciano a farsi strada.

 

Il fatto che voi siate qui, Ora, è una prova che - con una volontà determinata o aspirazione per il Nibbana - Annica e conseguentemente Nibbana sono alla portata della vostra mano. Voi dovete incominciare la pratica Ora. Domani può essere troppo tardi, prima che una circostanza così favorevole si presenti di nuovo molte vite di rinascite, malattie, vecchiaia e morte potrebbero essere entrate; a voi la scelta, incominciate la pratica Ora.

 

Che cosa preferite, la sofferenza o la fine della sofferenza? ...

 

Non indugiate.

 

traduzione Mario Amati


© tutti i diritti riservati

Mancanza di consapevolezza

di John Coleman

 

Quando c’è una mancanza di consapevolezza, sorgono attaccamento e avversione che si manifestano come lussuria, dispiacere, dolore, sofferenza e rabbia, tutti come un fuoco.

 

Ognuno di noi è responsabile delle sensazioni piacevoli o spiacevoli che continuamente sorgono nei nostri corpi.

 

Tutti i debiti che abbiamo accumulato nell’incalcolabile lungo periodo di molte vite sono con noi. Se non applichiamo gli insegnamenti del Buddha e li pratichiamo, accumuleremo gli stessi debiti, ancora e ancora, bilioni di volte ogni secondo di secondo.

 

Accettiamo i nostri debiti accumulati così come le nostre responsabilità, tratteniamoci e sperimentiamoli che si dissolvono e vanno via. Attraverso la pratica, questi debiti accumulati diminuiranno e non saranno più raccolti nuovi debiti. Non facciamo nuovi debiti e ci liberiamo da quelli vecchi, semplicemente sviluppando consapevolezza del respiro che tocca il punto.

 

Applicando l’insegnamento del Buddha, dolore, sconforto, sofferenza, disagio e angoscia si dissolveranno e andranno via dentro la vacuità. Non perdete un momento di quest’opportunità per essere liberi dalla sofferenza. Sviluppate pazienza, diligenza, tolleranza, tenacia, siate liberi dalla sofferenza. Siate felici.

 

Siate continuamente consapevoli del respiro che tocca il puntoSperimentate continuamente il respiro che tocca il punto. Penetrate il punto. Entrate dentro il punto. Siate consapevoli delle forze della natura e della natura delle forze. Perseverate, siate calmi, siate fermi, gentili. Lavorate per liberare voi stessi dai vostri debiti. I vostri sforzi del passato e le azioni meritorie che avete compiuto stanno dando i loro buoni risultati.

 

Il fatto che siete arrivati qua per partecipare a questo corso applicando gli insegnamenti del Buddha è una prova che siete capaci di realizzare le vostre aspirazioni verso Nibbana, liberi dalla sofferenza.

 

traduzione Mario Amati


© tutti i diritti riservati

La carta di credito

di John Coleman

 

La vita è come fare shopping … Andiamo al mercato e compriamo molte cose, alcune cose che compriamo sono essenziali, altre non sono così essenziali, comunque costano tutte del denaro. Alcuni articoli hanno un buon controvalore, altra merce è sovrastimata. Tutti gli articoli, comunque, devono essere pagati. Qualche volta paghiamo gli articoli in contanti mentre li acquistiamo. Per altri articoli usiamo la Carta Visa per pagare in una data a seguire. Qualche volta la condizione della nostra Carta Visa è così leggera che non sappiamo quanto saremo in grado di pagare.

 

Così è con la Vita – tutte le esperienze sono soggette alla Legge di Causa ed Effetto e hanno un prezzo – dipendente dalla qualità dell’esperienza. Il metodo di pagamento per i nostri acquisti nella Vita è tramite l’esperienza di Anicca.

 

Occasionalmente, il rendimento di buone azioni è accettato come pagamento invece della consapevolezza di Anicca. L’esperienza di Anicca è la via più diretta ed efficace di saldare i debiti. In verità, la Vita è come al Supermercato e deve sempre essere pagata fino in fondo, per tutti i nostri acquisti. Alcuni pagamenti nella vita sono fatti senza un prolungato accumulo di debiti; con la pratica giornaliera della meditazione il pagamento è immediato. Vecchi debiti accumulati possono anche diminuire con la pratica quotidiana della meditazione e la consapevolezza di Anicca. Pesanti debiti accumulati possono essere soltanto riscattati con la pratica estesa e sostenuta, messa in atto durante un corso di Vipassana.

 

Il nostro debito è come un campo paludoso bagnato da piogge frequenti che bisogna tenere asciutto, se in ogni modo dobbiamo usare il campo. Per mantenerlo asciutto dobbiamo lavorare (meditazione) per ricevere i pagamenti (le realizzazioni di Anicca) con i quali possiamo saldare i nostri debiti.

 

traduzione Mario Amati

© tutti i diritti riservati

Sono il proprietario delle mie azioni

di John Coleman

 

Sono il proprietario delle mie azioni, erede delle mie azioni. Nato, correlato e sostenuto dalle mie azioni. Qualunque cosa buona o cattiva che io faccia di questo kamma, io gli sarò erede.

 

La mia natura è invecchiare

La mia natura è di essere ammalato

La mia natura è di morire

 

Tutto quello che è mio, amato e piacevole, sarà perduto e separato da me. Questo che è il mio corpo, dalla pianta dei piedi in sù e dalla cima della testa in giù, è un sacco di pelle sigillato riempito con delle cose poco attraenti.

 

In questo corpo ci sono:

 

peli della testa, peli del corpo, unghie, denti, pelle, carne, tendini, ossa, ossa di midollo, reni, cuore, fegato, membrane, milza, polmoni, viscere, intestini, cibo non digerito, escrementi, bile, flemma, pus, sangue, grasso, lacrime, unto, saliva, muco, olio di giunture, urina, cervello …

 

traduzione Mario Amati

© tutti i diritti riservati

<< Audio >>

PER ISCRIVERSI A UN RITIRO

Compilare e inviare il modulo

nella pagina: Registrazione ai Corsi

PER SCRIVERE UN MESSAGGIO

vipassana@momentum-vitae.it

PER TELEFONARE

+393294961705

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© www.momentum-vitae.it - Viale Carlo Zavagli 95 - 47921 Rimini